PROMETEO

IL DVR DEVE ESSERE CUSTODITO?

Il DVR è un documento obbligatorio ma molte sono le domande relative ad esso. Tra queste anche quelle riguardanti la sua custodia…Vediamo quindi che cos’è il Documento di Valutazione dei Rischi, dove deve essere custodito e quali sono le sanzioni a carico del Datore di Lavoro.

Contenuti

Il DVR: che cos'è?

Il DVR, noto come Documento di Valutazione dei Rischi, è un documento obbligatorio per tutte le aziende con almeno un dipendente. 


L’obiettivo del DVR è quello di individuare e valutare preventivamente tutti i potenziali rischi presenti in azienda che possono causare danni alla salute o minacciare la sicurezza dei lavoratori. 

Chi redige il DVR?

La redazione del DVR è un obbligo non delegabile del Datore di Lavoro. Tuttavia egli si può avvalere di un RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) che lo aiuti nella valutazione dei rischi e nella stesura del documento insieme al Medico Competente, previa consultazione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza.

Il DVR deve essere custodito?

L’art. 29 del D.Lgs 81/2008 (Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro) stabilisce che il Documento di Valutazione dei Rischi deve essere custodito presso l’unità produttiva alla quale si riferisce la valutazione dei rischi e può essere conservato su supporto informatico.


E se un’azienda ha più unità produttive?


Se un’azienda ha più unità produttive, secondo quanto riportato dall’art. 28 del D.Lgs 81/2008,  deve essere conservata la copia del DVR originale in ognuna delle sedi.

Cosa accade se non custodisco il DVR?

La mancata custodia del DVR comporta sanzioni pecuniarie da 2.000 a 6.600 Euro. 

 

Per l’omessa redazione del Documento di Valutazione dei Rischi il Datore di Lavoro è punito con l’arresto da 3 a 6 mesi, o con l’ammenda da 2.740 a 7.014,40 Euro.

 

In caso di redazione incompleta del DVR, il Datore di Lavoro è punito con l’ammenda da 1.096 a 4.384 Euro. 

 

Inoltra la mancata elaborazione del DVR rientra tra le violazioni che espongono a rischi di carattere generale. 

 

Per tali rischi gli Organi di Vigilanza del Ministero del Lavoro della salute e delle politiche sociali, gli organi di vigilanza delle aziende sanitarie locali, possono disporre, in caso di gravi violazioni delle norme antinfortunistiche, la sospensione dell’attività imprenditoriale.

Il prossimo passo

Il Documento di Valutazione dei Rischi è un documento molto importante per la tua attività. 

 

Come Datore di Lavoro è tuo obbligo (non delegabile) redigerlo e valutare i rischi presenti in azienda, tuttavia puoi avvalerti di un RSPP che ti aiuti nella valutazione dei rischi e nella stesura del DVR.

 

In Prometeo troverai personale qualificato che ti aiuterà nella valutazione dei rischi, nella stesura del DVR e nel suo aggiornamento in maniera professionale a costi ragionevoli.

 

Contattaci all’indirizzo info@prometeosrl.it o chiamaci al numero 0376 290408.