come usare un estintore in caso di incendio

Come usare un estintore in caso di incendio

“Al fuoco, al fuoco!” Come comportarsi in questi casi? Facciamo un esempio: sei in ufficio e scoppia in incendio di natura elettrica, cosa devi fare? Ci sono gli addetti alle emergenze? Come si usa un estintore? Sarà l’estintore giusto? 

Tutte queste domande portano via tempo prezioso per lo spegnimento del principio di incendio… se però sei informato, formato e pronto ad ogni evenienza potrai salvare la tua vita e quelle delle altre persone!

Scopriamo insieme come utilizzare un estintore in caso di incendio e quale tipo di estintore utilizzare.

Gli estintori sono tutti uguali?

Come probabilmente avrai già capito non tutti gli estintori vanno bene per spegnere tutti i tipi di incendi.

Ci sono infatti 5 classi di fuochi a cui sono associati diversi tipi di estintori, vediamo insieme le 5 classi di fuochi e come si classificano.

1. Estintori di tipo A

  • usati per spegnere incendi per Combustibili Ordinari come Legno, Carta…

2. Estintori di tipo B

  • usati per spegnere incendi da Liquidi Infiammabili come Benzina e Olio motore…

3. Estintori di tipo C

  • usati per spegnere incendi di Natura Elettrica come Apparecchiature difettose, Spine scoperte…

4. Estintori di tipo D

  • usati per spegnere incendi di Metalli Infiammabili come Titanio e Magnesio

5. Estintori di tipo K

  • usati per spegnere incendi da Cucina derivati da olii, grassi…

Cosa succede se non mi sento pronto a spegnere l’incendio?

Prima di qualsiasi manovra sul principio di incendio è bene ricordare che ci sono lavoratori addetti alla prevenzione incendi che dovrebbero essere già stati informati e formati su come spegnere un incendio.

In qualunque caso se loro non dovessero essere presenti e se tu non ti sentissi a tuo agio nel spegnere l’incendio esci dall’edificio usando le scale antincendio. 

Non fare gesti eroici in quanto potresti mettere in pericolo la tua vita e quella delle altre persone.

Vediamo adesso quali altri passaggi ci sono per poter spegnere un incendio con un estintore della classe giusta.

Come usare un estintore in caso di incendio:

Una volta preso l’estintore giusto dobbiamo iniziare la manovra di spegnimento.

  1. Posizionati a 1-2 metri di distanza dal principio di incendio;
  2. Tira via la sicura dell’estintore inserendo il dito nell’occhiello e tirando verso di te;
  3. Prendi la mira con la bocchetta dell’estintore in modo che punti verso la BASE dell’incendio;
  4. Stringi la maniglia in basso dell’estintore così che il materiale estinguente possa uscire (rilasciare la maniglia farà smettere la fuoriuscita del materiale);
  5. Muovi l’estintore a ventaglio alla base delle fiamme (a destra e a sinistra) finché tutto l’incendio non si è spento;
  6. Continua a guardare il fuoco per vedere se si riaccende, se lo fa ripeti i passaggi dall’1 al 5;

Ricordati! Il fuoco è molto pericoloso e può facilmente diventare incontrollabile. Spegni il fuoco SOLO SE è sicuro farlo altrimenti evacua l’edificio utilizzando le scale antincendio e recandoti al punto di raccolta.

Corso di formazione sicurezza antincendio

Ci sono dei lavoratori addetti a questo genere di manovre in caso di incendio: gli Addetti alle Emergenze Antincendio. 

Ogni azienda, impresa o Ente Pubblico deve avere obbligatoriamente almeno un addetto antincendio (o comunque un numero sufficiente da garantire la copertura di ogni turno lavorativo).

Ogni addetto antincendio dovrà essere adeguatamente informato e formato sui rischi presenti nella sua azienda e su come intervenire in caso di incendio.

Il corso di formazione per addetti antincendio ha durata variabile in base alla categoria di rischiodell’azienda:

  • Le aziende a basso rischio sono quelle in cui sono presenti sostanze a basso rischio di  infiammabilità e in cui le condizioni dei locali di esercizio offrono scarsa probabilità di  sviluppo  di principi di incendio.
  • Le aziende a medio rischio sono quelle in cui sebbene siano presente sostanze infiammabili e locali che possono favorire lo sviluppo di un incendio, la probabilità che esso si propaghi è bassa.
  • Le aziende ad alto rischio incendio sono quelle in cui la probabilità di sviluppo e propagazione di un incendio è elevata.

Tutti gli addetti antincendio, in base alla classificazione del loro luogo di lavoro, dovranno sostenere:

  • corso basso rischio di 4 ore e aggiornamento triennale di 4 ore
  • corso medio rischio di 8 ore con aggiornamento triennale di 5 ore
  • corso alto rischio di 16 ore con aggiornamento triennale di 8 ore

Il prossimo passo

Iscrivi i tuoi addetti alle emergenze antincendio con Prometeo! 

Prometeo è un Ente di Formazione Accreditato dalla Regione Lombardia dal 2013 (vuol dire che i nostri attestati sono validi in tutta Italia!) e sarai seguito da esperti del settore.

Puoi trovare corsi in modalità e-learning (parte teorica + parte pratica a parte da concordare con noi), in FAD o direttamente in aula. 

Contattaci all’indirizzo formazione@prometeosrl.it o chiamaci al numero 0376 290408 per offerte dedicate e personalizzate!

Prometeo Srl

Società di consulenza tecnica per imprese private ed enti pubblici

Seguici sui social!
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui social!
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Evidenza

Articoli Correlati